Ascanio Celestini torna in scena per raccontare le sue barzellette. 
Sono storielle raccolte da un capostazione dai viaggiatori sconosciuti che transitano senza lasciare traccia nella stazione terminale in cui lavora. 
Qui un becchino attende un morto “di lusso”, un emigrante che ha fatto fortuna all’estero e che sta tornando al paese per farsi seppellire.
Incastonate in una struttura narrativa sempre aperta all’improvvisazione, le barzellette di Celestini attraversano mondi e culture, descrivono popoli e mestieri e ci ricordano che possiamo ridere di tutto, soprattutto di noi stessi.

Produzione: Ruvido Produzioni SRL​​​​​​​

Ascanio Celestini, Gianluca Casadei
Ascanio Celestini, Gianluca Casadei
Ascanio Celestini, Gianluca Casadei

Un breve pezzo tratto dallo spettacolo in cui Celestini parla della Strage di Bologna.

Back to Top